Spedizione Gratuita per ordini pari o superiori a €79.90

Scottature e come gestirle

Scottature e come gestirle

Arrossamento, prurito, bolle d’acqua, estrema sensibilità al tatto, secchezza e desquamazione della pelle… ecco i principali sintomi delle scottature solari, causate da esposizione scorretta ai raggi ultravioletti.

Scopriamo insieme cosa sono, come evitarle e come gestirle.


Scottature e come gestirle


Anche chiamate eritemi solari, sono una delle insidie più frequenti dell’abbronzatura.
Si tratta di vere e proprie ustioni, di primo o secondo grado in base alla gravità degli effetti collaterali accusati, che appaiono solitamente dalle 6 alle 12 ore dopo un’esposizione prolungata al sole, senza adeguata protezione.

Le radiazioni responsabili delle scottature sono i raggi UVB, i più dannosi per la pelle, la cui intensità è massima durante i mesi estivi, in particolar modo durante le ore centrali della giornata.

I soggetti maggiormente predisposti sono quelli dalla cute particolarmente sensibile, come i bambini sotto i 3 anni d’età, gli anziani, oppure le persone appartenenti ai fototipi 1 e 2, caratterizzati da capelli, carnagione e occhi molto chiari, indice di scarsa presenza di melanina, la naturale barriera di difesa dagli UV.

Proteggere la pelle e prevenire le scottature non è solo una questione di bellezza, ma anche di salute. Episodi ricorrenti di eritema solare, infatti, espongono l’epidermide al rischio di sviluppare, più avanti negli anni, invecchiamento e alterazione dei tessuti, lesioni precancerose come le cheratosi attiniche o insorgenza di melanomi (tumori della pelle).

Per questo motivo, bisogna seguire alcune semplici regole per un’esposizione responsabile, al fine di evitare le scottature e godersi il sole in tutta sicurezza:

• Applicare sempre, sia sul viso sia sul corpo, una protezione solare con filtri adeguati alla propria tipologia cutanea.
• Non esporsi in modo diretto nelle ore più calde, dalle 11 alle 16.
• Abbronzarsi a piccole dosi, abituando gradualmente la pelle all’esposizione solare.

Che cosa fare in caso di scottature?
Se ormai il danno è fatto… niente paura, seppur sia una condizione molto fastidiosa e spesso antiestetica, le scottature solari si risolvono spontaneamente, nell’arco di 5-7 giorni. Ecco alcuni consigli per trattarle:

1. Niente sole! Non esporre la zona lesa, nei giorni successivi alla scottatura, fino a guarigione avvenuta.
2. Raffreddare la porzione di pelle ustionata con acqua fresca corrente, docce o impacchi di calendula e camomilla, per alleviare bruciore o prurito persistente.
3. Idratare la pelle con lozioni o creme specifiche. Ottime quelle a base di Aloe Vera. E per un sollievo maggiore, conservale in frigorifero prima di applicarle.
4. Non grattarsi e non rompere eventuali bolle d’acqua formatesi sulla pelle, per scongiurare il rischio di infezioni.
5. Bere molta acqua per prevenire la disidratazione.
6. Assumere cibi ricchi di vitamina E e betacarotene, che aiutano a rigenerare la pelle e stimolano la produzione di melanina. Via libera a melone, carote, albicocche, pesche, frutti di bosco, pomodori, spinaci e frutta secca.
7. Alla comparsa di altri sintomi come febbre, brividi, tachicardia, nausea, oppure in caso di lesione cutanea molto estesa, rivolgersi al medico curante.

Queste sono solo alcune informazioni sulle scottature e su come gestirle, se hai dubbi o domande sull’argomento, contattaci… lo staff della Farmacia San Francesco è a tua disposizione!

Lascia un Commento

Spedizione Gratuita

Per ordini superiori ai 79,90 euro

Pagamenti Sicuri

Effettua il tuo pagamento in totale sicurezza

METODI DI PAGAMENTO

Scegli il tuo metodo di pagamento preferito